Quando la malattia diventa un privilegio

D. Ciao, sono uscito ora.
A. Ah, caspita, tre ore dopo… Come è andata?
B. Niente, una – aspetta che leggo – “distrazione spalla destra”..
A. E allora?
D. Mi hanno fatto un siringone di antidolorifico e detto di prendere bustine di qualcosa, non-so-cosa, per 4-5 giorni.. Tenere ghiaccio tutto il giorno sulla spalla: come diavolo faccio? Oggi ho due consegne. E poi dove lo prendo?
A. Beh, chiedi al bar, dal tuo amico Omar.
D. Sì, è vero. Ah, dimenticavo. Mi ha suggerito di non fare nulla, riposo assoluto, magari usando un foulard per tenere il braccio piegato.
A. E come fai?
D. Boh. Pensa, mi ha suggerito calorosamente di prendere anche 4-5 giorni di malattia..
A. Ahhh aha ahhhh…
D. Ahh aha ahaha ahhh..
[La telefonata si chiude così, con il buonumore]

Lo sciroppo alla fragola e il costo dell’ignoranza

Non sempre è colpa del sistema, ci sono anche le persone. In questa mia vicenda di malasanità vi fornirò un esempio concreto, che non soltanto ha messo ko una bimbetta di 16 mesi (oggi in ripresa, per fortuna), ma determinato costi sociali interessanti da analizzare, perché innescati a catena, come in un gioco del domino, “il grande gioco del Welfare State”, dove un tassello è in grado di tirarne giù altri con effetto immediato [post, lungo, a vostro rischio e pericolo…].

Leggi tuttoLo sciroppo alla fragola e il costo dell’ignoranza

Le novità previdenziali del 2008

L’attuazione del Protocollo sul Welfare (L. 247/2007 ) ha toccato questioni previdenziali. Una sintesi delle novità più importanti, come dall’ultimo Bollettino Inps:

Maternità e malattia per parasubordinati
Le aliquote contributive della gestione separata passano da tre a due: a) 24% per i lavoratori non iscritti a un’altra forma di previdenza obbligatoria (per es. gli Albi) e non pensionati; b) 17% tutti gli altri. Il contributo per il finanziamento dell’indennità di maternità, assegno per il nucleo familiare e indennità di malattia, passa dallo 0,50% allo 0,72%. Il diritto al congedo di maternità e all’astensione dal lavoro per motivi di salute [finora previsto soltanto per le lavoratrici dipendenti] viene esteso ad alcune tipologie di lavoratrici parasubordinate iscritte alla Gestione separata (lavoratrici a progetto, associate in partecipazione) con determinati requisiti contributivi.

Leggi tuttoLe novità previdenziali del 2008

Precarietà e rischi psicosociali

Chi ha letto L’uomo flessibile (il cui titolo originale era “The Corrosion of Character“) di Richard Sennett sa di che cosa si parla quando si mescola il tema della flessibilità/precarietà con quello della salute personale e del benessere psicosociale. L’Agenzia Europea per la Sicurezza e la Salute sul Lavoro ha deciso di vederci un po’ più chiaro e con l’aiuto dello European Risk Observatory ha concluso l’indagine “Expert forecast on Emerging Psychosocial Risks related to occupational Safety and Health” (2,3 MB .PDF) in cui si mettono in relazione il “rischio per la salute” e le forme di “occupazione precaria”.

Leggi tuttoPrecarietà e rischi psicosociali