Ichineide

Le sue critiche sono così sferzanti da lasciare sempre poco spazio all’immaginazione ed è forse anche per questo che Pietro Ichino è tanto apprezzato quanto mal sopportato.

Per dare ulteriori ragioni sia agli estimatori sia ai detrattori segnalo “Il dovere di non essere faziosi” (file .PDF), un bell’editoriale scritto per la rivista Diritto delle Relazioni Industriali (N° 2/XVII 2007), in cui si comprende molto bene la relazione che il giuslavorista manteneva con Marco Biagi, e che a mio avviso dice molto anche della passione che alimenta i suoi pezzi sul Corriere della Sera e della voglia di cambiare realmente questo Paese.

Per bilanciare la partita, però, rimando al post di Arnolfo Spezzachini “Ichino, esperto di lavoro (degli altri)“, che fa le pulci alla storia lavorativa di Ichino.

Ultima modifica: 2007-07-23T16:24:31+02:00 Autore: Dario Banfi

0 commenti su “Ichineide”

  1. Grazie chicco, e grazie al blog che ha deciso di pubblicare questo mio post.
    Devo però segnalare che questo post l’ho inviato domenica scorsa come lettera al direttore di una sfilza di testate giornalistiche italiane.
    Ovviamente nessuno lo ha pubblicato.

    Un abbraccio
    A.

    Rispondi

Lascia un commento

Attenzione: non si fornisce consulenza business (a gratis)!
P.S. Non ci provare: il tuo commento finirebbe nel cestino :-)