Gli annunci di lavoro di 30 anni fa

Non chiedetemi perché, ma mi sono ritrovato in mano una copia del Corriere della Sera di domenica 1 febbraio 1976. Non saprei dire se la domenica era giornata di annunci di lavoro, ma quelli pubblicati hanno tutta l’aria di essere RPQ (Richieste Personale Qualificato). Gli annunci più grandi riguardano un direttore commerciale, un direttore di stabilimento, un ingegnere meccanico, una segretaria ufficio vendite e ragionieri. Insomma in termini di domanda (o di strategie di recruiting) non mi pare sia cambiato molto a distanza di 30 anni .

Tre grandi diversità, però, saltano all’occhio: 1) non esistevano società di selezione; 2) non c’erano profili lavorativi in inglese [Key account manager e via discorrendo..]; 3) anche qualche richiesta di impiegati si nascondeva tra le ricerche di supermanager.

Ricerca HoneywellAllora come oggi si richiedeva l’essere giovani, conoscere l’inglese ed esperienze di settore. E altra cosa, gli annunci occupavano una sola pagina: i giornali campavano sulle vendite, non sulle inserzioni.

Interessante questo annuncio per la ricerca di un “protoinformatico” addetto a un sistema di General Electric usato da Honeywell per processi di automazione. Trent’anni fa quelli che noi chiamiamo EDP manager erano soltanto “tecnici di manutenzione” e i computer “calcolatori di processo”.

[Fonte: Corriere della Sera, 1 febbraio 1976]

Ultima modifica: 2007-03-18T09:18:14+01:00 Autore: Dario Banfi

0 commenti su “Gli annunci di lavoro di 30 anni fa”

  1. Interessante l’annotazione che i giornali campavano sulle vendite e non sulle inserzioni. Sarà forse perchè al giorno d’oggi in Italia campano invece più sulle inserzioni, il motivo per il quale gli editori ormai si sentono di trattare con i piedi i giornalisti (per non parlare dei free lance)?… Mah!? Fusse che fusse la volta bbona, come diceva il Nostro…

    Rispondi

Lascia un commento

Attenzione: non si fornisce consulenza business (a gratis)!
P.S. Non ci provare: il tuo commento finirebbe nel cestino :-)